Sound & Vision, a cura di Luca Beatrice, è il titolo della prima grande rassegna in Italia dedicata al crossover tra arti visive e musica dal 1967 ad oggi, che si tiene presso Palazzo della Penna di Perugia dal 29 aprile al 25 giugno 2006. Il progetto espositivo si propone di indagare le collaborazioni tra artisti visivi e musicisti esplicitate nel concepimento e nella creazione delle copertine dei dischi a 33 giri o nei booklet dei cd, proiettando oltre 200 copertine d’artista come sfondo scenografico ad opere originali (dipinti, fotografie, video, installazioni etc…). Quattro decenni di contaminazioni vengono ripercorsi attraverso nove sezioni tematiche: 1967; L’artista e la sua musa; Punk! Prima e Dopo; New Wave e East Village. Gli anni ’80 a New York; Art Rock ovvero i Sonic Youth; La foto di moda. Quando il glam entra nel r’n’r’; La nuova estetica del videoclip; Crossover – anni ’90 e terzo millennio; Spazio Italia. La mostra è articolata in diverse sale, in cui ciascuna parete è “tematica” in quanto riporta con una grande scritta il tema che le opere esposte sviluppano. Si parte da un gruppo di artisti italiani (Basilè, Bertocchi, Chiasera, Chiesi, Costa, Di Caprio, Galliano, Gligorov, Ghirri, Castrati, Lodola, Migliore, Occhiomagico, Perazzoli + Innamorato, Pintaldi, Vetrugno), quindi si passa ad una sala in cui ciascuna delle pareti è dedicata rispettivamente all’area pop (Peter Blake, Hamilton, Indiana, Phillips, Warhol, Schifano); al tema dell’artista e la sua musa (Yoko Ono e John Lennon, Matthew Barney e Bjork), alla New York Decadence e all’area punk (David Byrne, Timothy Greenfield-Sanders presente con due splendidi ritratti di Patti Smith e Lou Reed, Robert Mapplethorpe ancora con un ritratto di Patti Smith, e Fabio Torre con il dittico Robert Mapplethorpe – Patti Smith. La New Wave e gli anni ’80 a New York sono rappresentati da lavori di Keith Haring, Basquiat, Schnabel, Kostabi, e Robert Longo, mentre Richard Kern, Mike Kelley, Raymond Pettibon, Rita Ackermann e Tony Oursler coprono la sezione relativa all’Art Rock e i Sonic Youth. Importanti presenze nella sezione “La foto di Moda”: Anton Corbijn, Jurgen Teller, Duane Michals, Andreas Serrano e David LaChapelle. Un angolo interessante è quello del videoclip, con lavori di Chris Cunningham, Flora Sigismondi e Wolfgang Tillmans. L’ultima sala comprende opere a cavallo tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo secolo: Manuel Ocampo, Liisa Lounila, Erik Parker, Carlos Amorales, Yoshitomo Nara, Carsten Nicolai, Damien Hirst, Vik Muniz, Gregory Crewdson, Marc Bijl e Devendra Banhart. Il catalogo, ricco di testi e immagini (tra cui numerosissime quelle di famose copertine di dischi opera di artisti contemporanei) è edito da Damiani.