Sabato 31 ottobre inaugura presso la Galleria Dellapina Arte Contemporanea di Pietrasanta la mostra Patti Smith – Simply a concert.
 

Fabio Torre in questa personale propone un aspetto relativo ad una ricerca molto importante del suo lavoro: la fotografia; e presenta per la prima volta a Pietrasanta, una serie di fotografie e light boxes di Patti Smith in concerto.

Si tratta di un lavoro sulla Patti Smith attuale, tornata finalmente sul palco dagli anni ‘90, ancora capace di portare al suo pubblico, che non l’aveva mai abbandonata negli anni del silenzio, il carico di storia personale che ne fa una delle figure più ricche e problematiche della scena artistica contemporanea. E’ una Patti diversa da quella degli anni di Horses, di nuova presenza scenica: la sua personalità e i suoi testi portano un condensato di arte, letteratura, musica e poesia intrecciati ad una esistenza dai tratti forti che segnano sul suo viso, e nella gestualità del suo corpo, un profondo racconto di vita e di arte ben evidenziato dai drammatici chiaroscuri di queste fotografie.

Le immagini sono in bianco e nero, da sempre cifra stilistica che contraddistingue il lavoro pittorico e fotografico dell’artista bolognese, il quale da alcuni anni rivolge gran parte della sua ricerca artistica alla grande “sacerdotessa del punk” - come amava definirla Fernanda Pivano - e che ha appena pubblicato un libro di fotografie a lei dedicato, che verrà presentato nella serata di inaugurazione della mostra.

La ricerca iconografica Patti Smith - Simply a concert, edizioni Damiani, contiene circa ottanta immagini recenti dell’artista americana in concerto, ed una importante prefazione di Fernanda Pivano, da poco scomparsa. Nel libro sono contenuti anche i testi del critico musicale americano John Rockwell e di Claudio Marra, docente di Storia della Fotografia presso il Dams di Bologna.