show
Alcune immagini della mostra Perfect Day, che ha inaugurato il 22 aprile 2017 allo Studio G7 di Bologna.      [Leggi tutto]

Sulla parete di sinistra sono allineati i televisori di Daniela Comani della serie Sunsets, stampe digitali montate su pannelli di legno. A destra i ritratti della serie The Perfect Friends di Fabio Torre, olii su carta.

FT
Alcuni momenti dell'inaugurazione della mostra Notturno Rock a Palazzo Hercolani Malvezzi di Castelguelfo (BO).      [Leggi tutto]

*****
La mostra collettiva "Still", curata da Silvia Hoeller, ha inaugurato il 21 Giugno alla RLB Kunstbruecke di Innsbruck.      [Leggi tutto]

La mostra "Still", curata da Silvia Hoeller, ha inaugurato il 21 Giugno presso la RLB Kunstbruecke di Innsbruck.

*****
Immagini dell'inaugurazione e dell'allestimento della mostra fotografica "I Fiori del Bangladesh", Palazzo d'Accursio, Bologna, 1° Dicembre 2012.      [Leggi tutto]

*****
Immagini dell'allestimento e dell'inaugurazione della mostra "Picture start" alla Galleria Studio G7 di Bologna, 20 Ottobre 2012.      [Leggi tutto]

*****
Allestimento mostra "About Patti Smith", Galleria Fabio Paris, Brescia, Gennaio 2006      [Leggi tutto]

Allestimento della mostra "About Patti Smith", Galleria Fabio Paris, Brescia, Gennaio 2006.

*****
Immagini della mostra "Portraits", Castello di Guiglia, Marzo 2006.      [Leggi tutto]

"Portraits", Castello di Guiglia, Marzo 2006. 

*****
Inaugurazione presso la Galleria Fabio Paris di Brescia della mostra "Frames from a Lost Friend", Aprile 2010.      [Leggi tutto]

Inaugurazione della mostra "Frames from a Lost Friend", Aprile 2010. Fabio Torre con il gallerista Fabio Paris e con il fotografo Rinaldo Capra.

*****
Inaugurazione della mostra "Il fotografo fotografato", Museo PARCO, Pordenone, Maggio 2011.      [Leggi tutto]

Inaugurazione della mostra "Il fotografo fotografato", PARCO, Pordenone, Maggio 2011. Fabio Torre con Guido Cecere, curatore della mostra.

 

*****
Al Sal8 di Syusy Blady a Bologna, presentazione del libro "Patti Smith - Simply a Concert" di Fabio Torre con mostra fotografica dell'autore, Settembre 2009.      [Leggi tutto]

Bologna, 11 Settembre 2009, Sal8 di Syusy Blady. Mostra fotografica e presentazione del libro "Patti Smith - Simply a Concert". Presenti tra gli altri Silvia Torre, il gallerista Giuseppe Lufrano, Sandro Malossini, gli attori Alessandro Bergonzoni e Syusy Blady, il critico Maura Pozzati, il fotografo Giulio Rimondi.

 

*****
In occasione del Festival dedicato a Patti Smith a Bologna, dal 4 al 6 Aprile 2008, mostra di dipinti, disegni e fotografie alla Galleria Studio G7.      [Leggi tutto]

"Around Patti Smith", Bologna, Galleria Studio G7, Aprile 2008. Fabio Torre con la gallerista Ginevra Grigolo e l'assistente Dorothea.

*****
Immagini della mostra personale "Last Shot" al Museo Casa Frabboni di San Pietro in Casale (BO), Febbraio 2011.      [Leggi tutto]

Mostra personale "Last Shot", Museo Casa Frabboni, San Pietro in Casale (BO), Febbraio 2011.

*****
Alla Galleria Studio G7, mostra fotografica "Tonite Patti Smith" e presentazione del libro di poesia "A Soldier with no Shoes" di Fabio Torre, con Claudio Marra e Marco Antonio Bazzocchi.      [Leggi tutto]

Claudio Marra, Fabio Torre e Marco Antonio Bazzocchi alla presentazione del libro "A Soldier with no Shoes" presso la Galleria Studio G7, Febbraio 2006. Presenti tra gli altri la gallerista Ginevra Grigolo, Silvia e Riccardo Torre, i critici Marinella Paderni e Federica Muzzarelli, gli artisti Eva e Franco Mattes.

 

*****
Tra gli eventi che accompagnano il Traffic Free Festival, la mostra "Around Patti Smith" curata da Luca Beatrice.      [Leggi tutto]

 

Inaugurazione della mostra "Around Patti Smith", Marena Rooms Gallery, Torino.

Opening

*****
Mostra in occasione del concerto di Patti Smith a Parma e della presentazione del libro "Patti Smith - Simply a Concert", Editore Damiani, con foto di Fabio Torre e testi di Fernanda Pivano, John Rockwell e Claudio Marra.      [Leggi tutto]

La mostra "Around Patti Smith", nei nuovi spazi del Temporary Palazzo in Piazza Duomo a Parma, è stata l'occasione per la presentazione del libro fotografico "Patti Smith - Simply a Concert" dell'editore Damiani  con la preziosa introduzione di Fernanda Pivano e testi di John Rockwell e Claudio Marra. E in serata il grande concerto di Patti Smith...

*****
Per questa mostra allo Studio Art 74, Fabio Torre apre uno dei suoi cassetti più segreti e più cari. Il cassetto delle polaroid, scattate a ripetizione negli anni...      [Leggi tutto]

Inaugurazione della nostra "Polaroiding". Tra gli altri, l'artista Maurizio Osti, l'attrice Syusy Blady, il gallerista Bernardo Bartoli, il fotografo Piero Casadei.

Per questa insolita mostra allo studio Art 74, Fabio Torre apre uno dei suoi cassetti più segreti e più cari. Il cassetto delle polaroid, scattate a ripetizione negli anni e ammucchiate lì, a formare qualcosa a metà tra l'album dei ricordi e la registrazione di irripetibili momenti visivi. Poche pretese di fare arte, ma poi chissà... Per Fabio Torre, l'ultraquarantenne Land 250 non è certo reperto da scaffale, piuttosto una fedele compagna di vita, amatissimo complice e sismografo di emozioni che per un'elementare magia chimica regala immagini. Gli angoli dello studio, i lavori a metà, le anonime silhouette dei passanti, gli amici, gli artisti, e poi i grandi amori: Patti Smith, New York, tra le stanze del Chelsea Hotel e la gente di Christopher Street, i bar dell'ottava avenue e quel che resta della vecchia Bowery. Un mondo che è sotto gli occhi di tutti, eppure allo stesso tempo intimo e personale. Un mondo che se ne sta andando ma che ha avuto la gentilezza di fermarsi un attimo per consentire il tremulo clic del piccolo marchingegno, che speriamo non smetta di funzionare mai.

Il bianco e nero e i morbidi grigi sui cartoncini umidi hanno ispirato gli occhi di autori tra i più celebrati - dalle istantanee di Warhol alle ricercate composizioni di Mapplethorpe, alle morbide atmosfere di Patti Smith - e anticipato di mezzo secolo la rivoluzione digitale, almeno in termini di tempi di fruizione: la piccola polaroid è stata la prima a bypassare la camera oscura e a darti subito, "qui e ora", il frutto del tuo clic, a mettere nero su bianco la luce di un'intuizione, spesso ripagando con gli interessi la fiducia riposta.

Ma quanta distanza dal digitale: la polaroid germoglia dagli occhi, forse un po' dal cuore. Riesce a sfuggire al controllo e non crede agli errori: i suoi piccoli difetti la rendono preziosa e unica. Nasce così com'è, non si aggiusta. E' tutto o niente. 

*****